• PROCESSO PENALE ALL'ENTE: INAMMISSIBILE LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE

    La Quarta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3786 del 27 gennaio 2015 ha ribadito come, nel processo instaurato per l'accertamento della responsabilità da reato dell'ente, non sia ammissibile la costituzione di parte civile, atteso che “l'istituto non è previsto dal Decreto Legislativo n. 231 del 2001 e l'omissione non rappresenta una lacuna normativa, ma corrisponde ad una consapevole scelta del legislatore”.

  • BANCAROTTA FRAUDOLENTA PER DISTRAZIONE: REATO DI PERICOLO A DOLO GENERICO

    La Quinta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5590 del 5 febbraio 2015 ha ribadito che “il reato di bancarotta fraudolenta per distrazione è reato di pericolo a dolo generico per la cui sussistenza, pertanto, non è necessario che l'agente abbia consapevolezza dello stato di insolvenza dell'impresa, né che abbia agito allo scopo di recare pregiudizio ai creditori”.

  • REATI TRIBUTARI: IL PROFITTO DEL REATO È PARI ALL'AMMONTARE DELLA IMPOSTA EVASA

    La Quinta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5590 del 5 febbraio 2015 ha ribadito che “il reato di bancarotta fraudolenta per distrazione è reato di pericolo a dolo generico per la cui sussistenza, pertanto, non è necessario che l'agente abbia consapevolezza dello stato di insolvenza dell'impresa, né che abbia agito allo scopo di recare pregiudizio ai creditori”.

  • ACCERTAMENTO TRIBUTARIO E SOGLIA DI PUNIBILITÀ DEL REATO: LA VALUTAZIONE SPETTA AL GIUDICE PENALE

    La Terza Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 6823 del 17 febbraio 2015 ribadisce la netta separazione tra processo penale e processo tributario e evidenzia il differente regime vigente in termini di prova, statuendo che “l’accertamento presuntivo, ammesso in sede tributaria, non può trovare ingresso in sede penale, in quanto il giudice è tenuto ad verificare la sussistenza della violazione a mezzo di specifiche indagini che possano far luce sulla fondatezza o meno della tesi accusatoria”.

Coratella - Centro Studi

 

Gallery

 

Notizie